la tua casa Chiavi in mano e Costi certi

Nel sito trovi molte risposte alle tue domande... se preferisci la via facile fai le tue domande direttamente a noi: ti risponderà un esperto

Scegli:
chiama 049760757
scrivi info@dimat.it
vieni a trovarci Via Belgio 4/C PADOVA, 35127

Norme di riferimento costruzioni in legno 2017-02-06T15:41:48+00:00

Costruzioni in legno: norme tecniche ed eurocodici

Nelle Norme Tecniche per le Costruzioni (DM del 14 gennaio 2008) sono inserite modalità di calcolo e parametri per una corretta progettazione delle costruzioni in legno. Durante le progettazione si svolgono gli opportuni calcoli per il dimensionamento e il posizionamento dei pannelli da utilizzare, tenendo conto anche dell’eventuale zona sismica in cui ricade il futuro edificio.

La corretta progettazione, unitamente alle caratteristiche intrinseche del legno, ossia resistenza a compressione e trazione, nonché buona elasticità, permette di realizzare una casa ecocompatibile, ma soprattutto dotata di un ottimo comportamento strutturale.

norme costruzioni in legno

L’Eurocodice per le costruzioni in legno

L’Eurocodice è una formulazione di normativa da applicarsi ai Paesi europei aderenti all’UE, che coinvolge tecnici, produttori, aziende operanti nel settore al fine di giungere a una codificazione unica, anche a difesa della qualità e della produzione del legno nelle sue varie forme, oltre che della qualificazione del personale che dev’essere specializzato.

Per le costruzioni in legno si fa riferimento all’Eurocodice 5, che è suddiviso in tre parti:

1.

Parte 1-1 (En 1995-1-1) stabilisce le regole comuni per la progettazione strutturale di edifici e opere di ingegneria civile realizzate con il legno, utilizzato in varie forme (massiccio, segato, tondo, lamellare incollato) o anche con prodotti strutturali a base di legno. La norma è suddivisa in 10 sezioni nelle quali, oltre a riprendere e a contestualizzare i criteri generali di progettazione strutturale secondo la En 1990 (il cosiddetto Eurocodice 0), vengono trattati aspetti riguardanti la proprietà dei materiali, la durabilità, gli stati limite ultimi e di esercizio, i collegamenti mediante connettori metallici, nonché alcuni particolari dettagli strutturali.

2.

Per la progettazione antincendio si applica la parte 1-2 (En 1995-1-2) specifica per le strutture soggette a situazioni eccezionali di esposizione al fuoco. Si applica in particolare a strutture di edifici a cui si richiede di soddisfare certe funzioni in caso di esposizione all’incendio, ovvero:

  • evitare un collasso prematuro della struttura;
  • limitare la propagazione dell’incendio (fiamme, gas caldi, calore eccessivo) al di là dell’area prestabilita.

3.

L’ultima parte, la parte 2 (En 1995-2), complementare alle prime due parti, fornisce invece i criteri di progettazione delle principali parti strutturali dei ponti

Desideri abitare in casa in legno e goderne tutti i benefici?

Contattaci per avere maggiori informazioni