Grande successo per l’edizione di KLIMAHOUSE 2018 appena conclusa.

Lo spostamento della manifestazione da mercoledì a sabato ha espresso un chiaro messaggio anche nei confronti dei visitatori, mostrando quanto si tratti di una fiera specializzata.
Klimahouse si sta dimostrando sempre più punto di incontro tra aziende ed operatori del settore.
Il Congresso Internazionale del 25 e del 26 gennaio ha affrontato i temi caldi del momento, in particolare la modernità della progettazione coniugata alla messa in sicurezza sismica, in una continua tensione tra high e low tech. Relatori internazionali di alto livello hanno mostrato a 740 ospiti, esempi di grandi opere legate ai vari usi dell’architettura, vista come paesaggio, ma anche funzionale e con un focus particolare su un’architettura che mette al centro la persona.

Alto consenso di pubblico ha ottenuto anche il convegno “Stanze a cielo aperto”, di sabato 27 gennaio, un seminario dedicato al mondo delle terrazze in un dialogo tra clima alpino e mediterraneo, attraverso la partecipazione dell’architetta spagnola Carmen Martinez Arroyo, dello studio di architettura Bergmeisterwolf e dell’architetto Vincenzo Corvino dello studio corvino.
Per tutta la durata della fiera i riflettori sono stati puntati sui recenti edifici virtuosi dell’Alto Adige per scoprire il ‘dietro le quinte’ dei progetti altoatesini e delle più moderne alternative economiche e tecniche in edilizia attraverso un ricco programma di visite guidate a edifici certificati “CasaClima Living Experience”, in cui i proprietari aprono le porte delle “CasaClima” in cui vivono per raccontare le proprie esperienze e rispondere alle curiosità dei visitatori sulla qualità abitativa e sui risparmi.

Klimahouse ha ospitato nella prima giornata di fiera anche Klimamobility, la principale conferenza in Alto Adige dedicata alla mobilità sostenibile, alla quale hanno assistito 190 persone interessate al futuro della mobilità e al ruolo che essa gioca all’interno dell’assetto urbanistico. In conclusione il futuro dell’edilizia si chiama green living, i millennial sono pronti ad investire in tutto ciò che è sostenibile, rinnovabile e riqualificabile. In generale, in ogni ambito applicativo il “concept” progettuale sarà sempre più legato alle tecnologie di smart building e smart city. Dopo il successo dell’edizione altoatesina appena conclusa, Klimahouse replicherà in primavera in Toscana, a Como in autunno e in Sicilia a novembre.

Tutti i professionisti Dimat ringraziano le tantissime persone che hanno scelto di visitare lo stand dimostrando come sempre grande interesse e curiosità per i nostri innovativi sistemi costruttivi.

 

 

fonte:http://bit.ly/2rZSYCP